Guida agli archivi della Fondazione Gramsci

vai al livello inferiore torna alla navigazione
Archivi di persone

Aldo Cotronei

Consistenza
  • buste 110
Cronologia1974 - 1991
Storia archivisticaLe carte di Aldo Cotronei sono state donate dalla famiglia alla Fondazione Istituto Gramsci nel 1994.
Ambiti e contenutoIl fondo conserva materiale documentario relativo all'attività di C. come dirigente Rai ed esperto dei problemi della comunicazione.
NoteStato di lavorazione: ordinato e consultabile. Scheda archivistica a cura di Gianni Venditti.
Storia istituzionale/amministrativa, nota biograficaNasce a Napoli il 27 ottobre 1925. Subito dopo la liberazione della città da parte delle truppe angloamericane, nel 1943, inizia a svolgere una intensa attività sindacale, entrando nel comitato esecutivo della Camera confederale del lavoro di Napoli e dirigendo una delle sue pubblicazioni periodiche. Collabora come lettore e annunciatore con la P.W.B, l'emittente radiofonica realizzata dal Governo provvisorio alleato a Napoli. Nel 1945, alla ripresa delle trasmissioni, l'Eiar lo assume, utilizzandolo per diversi incarichi presso le diverse sedi regionali. Nel 1948 si laurea in giurisprudenza, presso l'Università di Napoli, con una tesi sulla "Diciplina giuridica dei rapporti collettivi di lavoro". Ormai dirigente del Servizio radiotelevisivo nazionale, si dimostrerà negli anni a venire sempre più sensibile ai rischi di una comunicazione manipolata o parziale, prendendo parte a numerosi convegni e riunioni di lavoro sui problemi del sistema radiotelevisivo e dell'informazione in generale. Nel 1981 entra a far parte della Commissione di studio per il Coordinamento della ricerca scientifica e tecnologica istituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri. Muore a Roma il 24 giugno 1993.