Guida agli archivi della Fondazione Gramsci

Archivio Partito comunista italiano >

Istituto di studi comunisti "Palmiro Togliatti"

  • Corrispondenza   1975 - 1991
    vai alla scheda Principalmente si tratta di lettere inviate e ricevute dagli organismi centrali e periferici del Partito, dai fornitori e da altri istituti di formazione politica. Le carte sono rigidamente suddivise tra corrispondenza in entrata e corrispondenza in uscita (velinario delle minute) e conservate in fascicoli annuali. Rispetto alla consistenza del fondo la corrispondenza è relativamente scarsa e copre soltanto l'ultimo quindicennio di esistenza dell'ente.
  • Organizzazione dei corsi   1973 - 1993 con documenti di data anteriore
    vai alla scheda Programmi dei corsi svolti, elenchi dei partecipanti, bibliografie. Occasionalmente sono presenti anche alcuni questionari compilati dagli allievi. Le carte sono in larghissima maggioranza organizzate in fascicoli originali: alcuni sono fascicoli annuali e contengono programmi e materiali relativi all'attività formativa legata all'anno di riferimento, altri sono invece intitolati ai diversi corsi,
    seminari o convegni. Per gli anni 1959-1973 sono conservati solo fascicoli annuali (è possibile che si tratti di fascicoli creati in data successiva con documenti riorganizzati a memoria dei corsi tenuti in tempi passati). Per gli anni settanta e ottanta il materiale è decisamente più abbondante: esistono fascicoli intitolati ai diversi corsi o, talvolta, per ciascun corso esistono più fascicoli contenenti diverse tipologie di documenti. Tre buste contengono dati statistici sui corsi. Quattro fascicoli sono relativi agli assegni corrisposti agli allievi dei corsi residenziali di lunga durata a copertura del mancato salario.

    chiudi

  • Materiale didattico
    vai al livello inferiore   vai alla scheda È la parte più consistente del fondo. Una parte del materiale è direttamente riconducibile a corsi o seminari individuabili nel tempo, l'altra (la larga maggioranza) è invece costituita da scritti, interventi, copie di saggi e articoli di giornale molto probabilmente utilizzati quale materiale di studio. Le carte sono condizionate in
    faldoni corredati di un elenco dei materiali contenuti. Ciascun documento è presente in più copie (e le diverse copie sono state raggruppate da fascette che riportano il titolo del documento e il numero della busta in cui sono conservate). I faldoni non sempre sembrano omogenei al proprio interno sia per l'arco cronologico che per la tipologia e l'argomento dei documenti conservati; la presenza sui documenti di segnature che rimandano alla busta e la presenza su di esse degli elenchi dei documenti suggeriscono che i materiali venivano conservati nell'ordine con cui sono stati versati. Presumibilmente il lavoro di condizionamento venne effetuato verso la metà degli anni Settanta. Si possono individuare alcune partizioni.

    chiudi